DATE DI PARTENZA:

dal 21 al 26 giugno

dal 26 al 31 luglio

dal 30 agosto al 4 settembre

 Durata: 6 giorni e 5 notti

Minimo partecipanti 25

 

 Programma indicativo di viaggio:

1° GIORNO: RIMINI – TRANI – BARI

Ritrovo dei signori partecipanti alle ore 5.30 nel luogo convenuto e partenza per Trani. All’arrivo incontro con la guida e visita della città. Un suggestivo gomitolo di viuzze lastricate, il centro storico di Trani, che si specchia nell’acqua con le maestose sagome della Cattedrale di San Nicola Pellegrino, magistrale esempio di romanico pugliese, vertiginosamente alta, e del Castello Svevo, edificato da Federico II, e poi s’inoltra all’interno tra botteghe artigianali, gallerie, ristorantini di pesce e scorci affascinanti. Alle spalle del romantico porto, inizia il quartiere ebraico della Giudecca, dove spicca la Sinagoga di Scolanova, il tempio ebraico più antico d’Europa. Hanno un profilo rinascimentale, le eleganti architetture civili, come Palazzo Caccetta, con fregi tardogotici, e Palazzo Telesio, dalla scenografica vista sul porto.

Pranzo libero.

Proseguimento per Bari e visita guidata di Bari Vecchia.

Visita a piedi del centro storico, Bari “vecchia”, un vero e proprio dedalo di viuzze ove si erge la Basilica di San Nicola, il santo venerato in Oriente ed Occidente, prototipo del romanico pugliese, nella cui cripta riposano i resti del Santo, patrono della città. Si prosegue con l’esterno della Cattedrale di San Sabino, stupendo romanico, per arrivare dinanzi all’emblema della Bari storica e antica: il Castello Svevo-Normanno. Passaggio tra vicoli e viuzze e nella Strada delle orecchiette dove le donne pugliesi realizzano a mano le famose orecchiette.

Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° GIORNO: BARI – BRINDISI – SANTA MARIA DI LEUCA

Prima colazione in hotel.

Trasferimento a Brindisi.

Visita guidata della città. Antico crocevia di popoli e culture, Brindisi è tutta da scoprire con il suo porto naturale, le rovine romane, le fortezze affacciate sul mare e le chiese medievali.

Brindisi si affaccia sulle increspature del mar Adriatico con il suo porto naturale a forma di testa di cervo incuneato nella terraferma. Le lunghe banchine interne sono state trasformate in un elegante lungomare su cui si staglia il borgo antico che oggi brulica di locali e ristoranti. Si respira la storia di Brindisi salendo la Scalinata di Virgilio al termine della quale svettano le colonne romane terminali della Via Appia, simbolo della città e da sempre punto di riferimento per i naviganti.

Di fronte al porto, sull’isola di Sant’Andrea, c’è il Forte a mare, il castello aragonese caratterizzato dal colore rosso delle pietre. La seconda grande fortezza è il castello svevo, voluto da Federico II come residenza fortificata delle guarnigioni. Nel cuore della città, in piazza Duomo, sono da ammirare il porticato dei De Cateniano, il Museo archeologico provinciale e la loggia del palazzo Balsamo. Poco distante, nell’antico Rione di San Pietro degli Schiavoni, si scoprono i ruderi della Brindisi romana con il selciato di una strada e i resti di abitazioni e di un complesso termale.

Nel porto interno, nella zona detta Casale, svetta il monumento al marinaio d’Italia, alto 53 metri che evoca la forma di un grande timone in carparo.

Pranzo libero. Proseguimento per Santa Maria di Leuca, sistemazione in hotel: cena e pernottamento.

 3° GIORNO: S. MARIA DI LEUCA – GALATINA E OTRANTO

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Galatina e visita guidata della città: la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, uno dei più insigni monumenti dell’arte romanica pugliese e gotica in Puglia, la chiesa dei santi Pietro e Paolo, la chiesa di San Paolo, il centro storico.

Pranzo libero.

Trasferimento a Otranto e visita del Duomo e passeggiata nel centro storico.

Otranto, oltre ad essere la città più ad Oriente d’Italia è, sicuramente, una delle più belle e storicamente interessanti del Salento. Di origini antichissime, che risalirebbero a ben prima della colonizzazione greca di queste terre, deve il suo nome ad un rigagnolo d’acqua che sfocia in prossimità del porto: l’Idro. L’antica Hydruntum, fu, nei secoli, una splendida cittadina e, per la sua particolare posizione geografica, porta d’ingresso in Italia delle popolazioni provenienti da Oriente. Visiteremo la cattedrale con il mosaico, il Castello (esterno), il centro storico.

Rientro in hotel: cena e pernottamento.

4° GIORNO: S. MARIA DI LEUCA E GIORNATA IN SPIAGGIA A GALLIPOLI

Prima colazione in hotel. Al mattino trasferimento a Gallipoli.

Possibilità di scoprire liberamente il centro storico di Gallipoli, Le mura, le confraternite della Purità San Francesco, il Rosario, la cattedrale dedicata a Sant’Agata, la fontana. In alternativa si puo’ andare direttamente in spiaggia  nella zona di Baia Verde.

Pranzo libero, cena e pernottamento in hotel.

 

5° GIORNO: LECCE – ABBAZIA DI SANTA MARIA DI CERRATE

Prima colazione in hotel e partenza per Lecce. Intera giornata dedicata alla visita guidata di questa meravigliosa città.

Lecce è il capoluogo e il maggiore centro culturale della penisola salentina.  E’ la città che ha avuto il maggior sviluppo dell’arte barocca sfruttando le caratteristiche della pietra locale, “la pietra leccese”.  Per la bellezza dei suoi monumenti, la città è definita la Firenze del Sud.

Visita della basilica di Santa Chiara capolavoro dell’arte barocca del 600, il Palazzo del Governo e la splendida Piazza del Duomo.

Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, situata a circa 30 km da Lecce.

La fondazione dell’abbazia si può far risalire agli inizi del XII secolo, quando Boemondo d’Altavilla (1058-1111), figlio del valoroso Roberto il Guiscardo, primo normanno elevato al titolo di Duca di Puglia, Calabria e Sicilia, vi insediò un cenobio di monaci greci, seguaci della regola di San Basilio Magno. L’Abbazia è l’unico monumento pugliese gestito dal Fai.

Rientro in hotel: cena e pernottamento.

 6° GIORNO: S. MARIA DI LEUCA  – ALBEROBELLO – RIMINI

Prima colazione in hotel e partenza per il viaggio di rientro a Rimini. Sosta ad Alberobello per la visita della città, famosa in tutto il mondo per i «trulli», caratteristiche costruzioni di forma circolare le cui origini si perdono nel tempo.  Pranzo in agriturismo e proseguimento per Rimini.