Partenze Garantite Ogni Venerdì da Aprile a Novembre

dagli aeroporti di Bergamo, Venezia, Bologna e Roma

  1. Giorno Italia / Izmir: Arrivo ad Izmir ed accoglienza in aeroporto. Trasferimento in albergo e sistemazione in camera. Cena libera e pernottamento. Si consiglia una passeggiata ad Izmir, la terza città più grande del paese ed anche fra le più belle.
  2. Giorno Izmir / Pamukkale (224 km): Prima colazione in albergo. Visita di Efeso: il Tempio di Adriano, la Biblioteca di Celsio e il Grande Teatro. Pranzo in ristorante. Sosta in una pelletteria. Visita dell’antica Hierapolis che, distrutta da un terremoto e ricostruita nel 17 d.C., ebbe il suo massimo splendore nel II e III secolo d.C. e di Pamukkale, dove i visitatori saranno sorpresi di vedere sul pendio della collina e addossate le une alle altre, decine di enormi vasche formatesi dal lento e millenario scorrere dell’acqua calcarea. Sembra che il tempo si sia fermato e le cascate di una gigantesca fontana siano pietrificate come suggerisce il nome del luogo Pamukkale che tradotto in italiano significa “fortezza di cotone”. Trasferimento in albergo e sistemazione in camera. Cena in albergo e pernottamento. Possibilità di un bagno nella piscina termale dell’albergo. (B – P – C)
  3. Giorno Pamukkale / Konya / Cappadocia (634 km): Prima colazione in albergo. Partenza per Konya, città legata al fondatore del movimento dei dervisci rotanti: Mevlana, un mistico musulmano contemporaneo di San Francesco. Si visiterà il Mausoleo trasformato in museo, ma comunque luogo di pellegrinaggio, dove si osserva un grande fervore religioso. Pranzo in ristorante. Partenza per la Cappadocia attraverso valli e catene montuose. Visita del Caravanserraglio di Sultanhani (XIII secolo), oggi museo e di una cooperativa locale per la lavorazione delle ceramiche dipinte a mano, conosciute per la loro bellezza e qualità. Arrivo in albergo e sistemazione in camera. Cena in albergo e pernottamento. Possibilità di partecipare allo spettacolo (facoltativo, a pagamento) dei dervisci danzanti. (B – P – C)
  4. Giorno Cappadocia: Possibilità di partecipare alla gita in mongolfiera per ammirare dall’alto il paesaggio lunare e mozzafiato della Cappadocia illuminata dalle prime luci dell’alba (facoltativa, a pagamento e in base alla disponibilità dei posti. Tale gita può essere annullata anche poche ore prima dell’inizio a causa di avverse condizioni meteorologiche). Prima colazione in albergo. Visita della Valle di Devrent, dove il tempo ha eroso la roccia formando dei picchi, dei coni e degli obelischi; della Valle di Pasabag, detta pure Valle dei Monaci per formazioni in tufo intagliate a forma di cono, suddivise a loro volta in coni più piccoli, che in passato servivano da rifugio agli eremiti e della Valle di Zelve, un antico villaggio rupestre che si sviluppa nei fianchi di tre valli adiacenti. Pranzo in ristorante. Visita dell’antico cittadino di Avanos; di una cooperativa locale dove si espongono i famosi tappeti turchi di qualità e del Museo all’aperto di Goreme, la più spettacolare e famosa tra le valli della Cappadocia, disseminata di colonne rocciose intagliate nel tufo che prendono il nome di “camini delle fate”, perché conferiscono alla valle un aspetto fiabesco. Trasferimento per il rientro in albergo. Cena libera e pernottamento. La guida sarà a disposizione per organizzare (facoltativa, a pagamento) la prenotazione di un ristorante per una cena tipica ad Uchisar. Dopo cena, possibilità di partecipare alla serata folkloristica (facoltativa, a pagamento) con danzatrice del ventre. (B – P)
  5. Giorno Cappadocia: Possibilità di partecipare all’escursione (facoltativa, a pagamento) di Jeep Safari, uno dei modi migliori per godersi i paesaggi unici della Cappadocia, le sue valli e l’incredibile mix di formazioni rocciose e dolci colline. Un itinerario ricco di fermate per fotografare i paesaggi e le caratteristiche mongolfiere. Prima colazione in albergo. Visita di Kaymakli, famoso come una delle più grandi città sotterranee della Cappadocia; della Cittadella di Uchisar, situata all’interno di un cono di roccia tufacea e di un laboratorio per la lavorazione di pietre dure, oro e argento. Pranzo in ristorante. Visita della Valle di Ihlara, che contiene una straordinaria densità di monumenti, con circa 60 tra chiese bizantine, cappelle, monasteri e grotte di eremiti e del Villaggio di Belisirma, un tempo era famoso per la sua scuola di medicina, oggi è invece famoso per i piccoli ristoranti sul fiume. Trasferimento in albergo. Cena libera e pernottamento. La guida sarà a disposizione (facoltativa, a pagamento) per la prenotazione di un ristorante per una cena tipica da raggiungere camminando in stradine storiche. (B – P)
  6. Giorno Cappadocia / Istanbul: Prima colazione in albergo. Trasferimento all’aeroporto per il volo interno su Istanbul. Arrivo ad Istanbul ed accoglienza in aeroporto. Partenza per la penisola antica. Passaggio dal Corno d’Oro, l’antico porto durante il periodo bizantino e poi ottomano. Visita del Palazzo Blakernia (Palazzo Tekfur) che è tra i principali esempi dell’architettura residenziale bizantina. Pranzo in ristorante. Proseguimento con la visita della Moschea di Rustem Pasa, costruita nel 1560 da Sinan per Rustem Pasa, genero di Solimano il Magnifico, è uno sfoggio di maestria architettonica e di arte della ceramica ottomane, le fondamenta furono poste per ordine della sultana madre, veneziana Sofia Bellucci Baffo, nuora del figlio di Solimano il Magnifico. Nelle vicinanze della moschea si trova il Mercato delle Spezie, conosciuto anche con il nome di Mercato Egiziano, che si sviluppa come prolungamento del Gran Bazar con le bancarelle che propongono spezie di ogni tipo, caffè, dolci e frutta. Possibilità di partecipare all’escursione (facoltativa, a pagamento) della Crociera sul Bosforo per ammirare sia il versante asiatico che europeo della città ed i suoi più importanti palazzi, moschee e fortezze. Trasferimento in albergo e sistemazione in camera. Cena libera e pernottamento. La guida sarà a disposizione per organizzare (facoltativa, a pagamento) la prenotazione di un ristorante e trasferimenti da/per albergo per una cena tipica di pesce al Ponte di Galata dove si potrà piacevolmente contemplare il via vai dei traghetti, mentre i pescatori vendono ai ristoranti quanto hanno pescato. (B – P)
  7. Giorno Istanbul: Prima colazione in albergo. Partenza per il centro storico. Visita dell’antico Ippodromo, in cui si svolgevano le corse delle bighe; degli obelischi; della Moschea del Sultano Ahmet famosa come Moschea Blu, conosciuta per le sue maioliche del XVII secolo e della Cisterna Basilica, costruita sotto il regno Giustiniano I nel 532, il periodo più prospero dell’Impero Romano d’Oriente. Pranzo in ristorante. Visita del Palazzo Imperiale di Topkapi (La sezione Harem è opzionale), dimora dei Sultani per quasi quattro secoli, la cui architettura con le magnifiche decorazioni e gli arredi rende testimonianza della potenza e maestosità dell’Impero Ottomano; della Chiesa di Santa Sofia, capolavoro dell’architettura bizantina e del Gran Bazaar, il più grande mercato coperto al mondo, caratterizzato dal tetto a cupole e formato da un dedalo di vicoli e strade. Fine giornata in relax in un Hammam Antico con uno scrub esfoliante e massaggio. Il bagno turco tradizionale è una variante più umida della sauna ed è diviso in diverse parti: Atrio, Sala Fredda, Sala Tiepida e Sala Calda. L’interno dei bagni è decorato con marmo, materiale che conserva molto bene il calore. Trasferimento per il rientro in albergo. Cena libera e pernottamento. La guida sarà a disposizione per organizzare (facoltativa, a pagamento) la prenotazione di un ristorante e trasferimenti da/per albergo per una cena tipica presso il Passaggio dei Fiori sulla via principale e pedonale di Istanbul. Situato nel quartiere Taksim, Via Istiklal, è la strada più popolare della città piena di tutti i tipi di negozi, ristoranti, caffè e spettacoli di strada. (B – P)
  8. Giorno Istanbul / Italia: Prima colazione in albergo. Trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia. (B)

* L’itinerario potrebbe subire variazioni per motivi tecnici o di gestione dei siti.