I PUNTI FORTI DEL PROGRAMMA:

– Scuderie del Quirinale, Mostra Infermo

  • Scuderie del Quirinale, Mostra Inferno
  • Palazzo Braschi, Esposizione Klimt
  • Villa Farnesina
  • Complesso Momumentale S. Agnese

GIOVEDI’ 30 DICEMBRE: RIMINI – ROMA 

Ritrovo dei signori partecipanti:

  • 6.30 Rimini – P.le Caduti di Cefalonia

Lungo il percorso sosta per pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

All’arrivo a Roma trasferimento al Complesso monumentale di S. Agnese, Catacombe, Mausoleo di Costanza, Basilica di Costantino. Visita guidata in due turni.

Al termine trasferimento in bus e visita del Museo e della Cripta dei Cappuccini in via Veneto.

Tempo permettendo visita alla chiesa di santa Maria della Vittoria che conserva l’opera del Bernini “Estasi di Santa Teresa” appena restaurata.

Al termine trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

 

VENERDE’ 31 DICEMBRE:      Roma – Palazzo Braschi esposizione Klimt

Prima colazione in hotel. Trasferimento in bus a Palazzo Braschi, sede del Museo di Roma, situato nel cuore rinascimentale di Roma, tra piazza Navona e Corso Vittorio Emanuele.

Ingresso e visita guidata all’esposizione Klimt “La Secessione e l’Italia”.  La mostra ripercorre le tappe dell’intera parabola artistica di Gustav Klimt, ne sottolinea il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e – per la prima volta – indaga sul suo rapporto con l’Italia, narrando dei suoi viaggi e dei suoi successi espositivi. Klimt e gli artisti della sua cerchia sono rappresentati da oltre 200 opere tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture, prestati eccezionalmente dal Belvedere Museum di Vienna e dalla Klimt Foundation, tra i più importanti musei al mondo a custodire l’eredità artistica klimtiana, e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz. La mostra propone al pubblico opere iconiche di Klimt come la famosissima Giuditta I, Signora in bianco, Amiche I (Le Sorelle)  (1907) e Amalie Zuckerkandl (1917-18). Sono stati anche concessi prestiti del tutto eccezionali, come La sposa (1917-18), che per la prima volta lascia la Klimt Foundation, e Ritratto di Signora (1916-17), trafugato dalla Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza nel 1997 e recuperato nel 2019. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per visite individuali. Cena e pernottamento in hotel.

SABATO: 01 GENNAIO Roma – Scuderie del Quirinale Mostra Inferno

Prima colazione in hotel. Trasferimento in bus alle Scuderie del Quirinale. Ingresso e visita guidata alla mostra Inferno, curata da Jean Clair, in occasione dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri.

Un’esposizione potente, ambiziosa e spettacolare, capace di condurre il visitatore in territori inattesi attraverso la forza delle immagini e la profondità delle idee.

Prima grande esposizione dedicata a questo tema, Inferno racconterà la presenza nell’iconografia e nel pensiero del concetto di inferno e dannazione dal Medioevo ai nostri giorni.

Accompagnati dalla parola dantesca, i visitatori attraverseranno i luoghi terrifici e le visioni laceranti dell’Inferno così come sono stati rappresentati dagli artisti di tutte le epoche: dalle schematiche scene medievali alle sublimi invenzioni rinascimentali e barocche, dalle tormentate visioni romantiche fino alle spietate interpretazioni psicoanalitiche del Novecento.

Il percorso espositivo si dipanerà attraverso più di duecento opere d’arte concesse in prestito da oltre ottanta tra grandi musei, raccolte pubbliche e prestigiose collezioni private provenienti, oltre che dall’Italia e dal Vaticano, da Francia, Regno Unito, Germania, Spagna, Portogallo, Belgio, Svizzera, Lussemburgo, Bulgaria. Tra i capolavori, opere di Beato Angelico, Botticelli, Bosch, Bruegel, Goya, Manet, Delacroix, Rodin, Cezanne, von Stuck, Balla, Dix, Taslitzky, Richter, Kiefer.

Pranzo libero.

Pomeriggio a disposizione per visite individuali.

Cena e pernottamento in hotel.

 

DOMENICA 02 GENNAIO – Trastevere e Villa Farnesina

Prima colazione in hotel e partenza per Trastevere. Situata ai margini del quartiere, fuori le antiche mura della città, in una zona dove i nobili di ogni epoca amavano risiedere, Villa Farnesina è uno dei gioielli più preziosi del rinascimento. Agostino Chigi uno degli uomini più ricchi della sua epoca, volle affidare la costruzione della Villa e la sua decorazione ai più grandi artisti dell’epoca tra questi non poteva mancare Raffaello che qui realizzo uno dei suoi innumerevoli capolavori. Ogni sala della Villa risplende di affreschi meravigliosi come la Loggia di Amore e psiche di Raffaello e la sala delle Prospettive di Peruzzi.

Pranzo in ristorante a Trastevere. Nel pomeriggio partenza per il rientro a Rimini.